was successfully added to your cart.

Carrello

Category

news

POLITICHE MIGRATORIE: LINK 2007 DICE LA SUA

LINK 2007, il coordinamento di ONG a cui anche CIAI aderisce, ha inviato una lettera aperta a Presidenza Consiglio, Interni, Esteri, deputati e senatori, media, proponendo riflessioni su temi di attualità: dal global compact alla riforma del trattato di Dublino, al superamento dell’approccio emergenziale, alla necessità di definire precise norme per gli ingressi regolari, anche per combattere l’irregolarità, alla doverosa attenzione alle percezioni e paure dei cittadini, all’inclusione sociale, agli orientamenti condivisi.

Link 2007 intende così contribuire al dibattito e alla migliore definizione delle politiche relative alla realtà migratoria.

Per scaricare il documento CLICCA QUI

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE: CIAI CERCA 4 GIOVANI PER LA CAMBOGIA

Da quest’anno i giovani fra i 18 e i 28 anni di età potranno scegliere di vivere con CIAI e i bambini cambogiani un’esperienza unica ed arricchente come  quella del volontario di Servizio Civile Universale (SCU).

Il progetto “I diritti dell’infanzia vulnerabile in Cambogia” è stato selezionato dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale che ha recentemente pubblicato il Bando Ordinario 2019 per la selezione dei volontari.

L’invio della domanda (on line) va effettuato entro e non oltre le ore 14.00 del 10 ottobre 2019.

CLICCA QUI PER TUTTE LE INFORMAZIONI

 

PREPARARSI ALL’ADOZIONE

Siete una coppia che ha deciso di intraprendere un percorso adottivo? I corsi di preparazione proposti da CIAI, primo ente ad occuparsi di adozione internazionale in Italia, fanno al caso vostro.
Il prossimo si terrà a Milano il 28 e 29 settembre presso lo Spazio Incontri di CIAI (Via Bordighera 6).
Il corso sarà condotto con una metodologia interattiva, alternando contributi del docente, esercitazioni, video e giochi di ruolo. L’incontro prevede la partecipazione di massimo 10 coppie. Si rilascia attestato di frequenza con monte ore e temi trattati.
Per maggiori informazioni e iscrizioni CLICCA QUI

MAR JONIO: L‘ APPELLO A CONTE

CIAI , insieme a molte altre organizzazioni, ha inviato al Presidente incaricato Giuseppe Conte il seguente appello, cne vi invitiamo a sottoscrivere.

“Il salvataggio di 98 naufraghi in acque internazionali davanti alla Libia da parte della Mare Jonio, una nave della piattaforma Mediterranea, è una buona notizia per questo Paese e per la comunità internazionale.

Sapere che il Viminale abbia deciso di far scendere a terra donne, bambini e ammalati è una buona notizia ma ribadiamo la necessità e l’urgenza di fornire da parte dell’Italia l’accesso ad un porto alla Mare Jonio per procedere allo sbarco di tutte le persone a bordo in conformità con il nostro ordinamento giuridico.

Facciamo appello al presidente incaricato Giuseppe Conte e alla futura coalizione di governo affinché l’Italia promuova con urgenza un programma di ricerca e salvataggio a livello europeo, che preveda un meccanismo rapido e funzionale di sbarco e la conseguente eventuale ripartizione dei naufraghi salvati, nella direzione di soluzioni sostenibili e strutturate nella legislazione e nelle politiche europee, come anche recentemente dichiarato dallo stesso Presidente incaricato.”

A Buon DirittoAcli – Associazioni cristiane lavoratori italianiActionAid ItaliaAmnesty International – ItaliaArci nazionaleArci Immigrazione, A.S.G.I. – Associazione per gli studi giuridici sull’Immigrazione , Avvocato di strada OnlusCentro AstalliFOCUS-Casa Dei Diritti SocialiSant’EgidioAssociazione Comunità Papa Giovanni XXIIIEMERGENCY, Europasilo, Mediterranean hopeIntersosMédecins du Monde – Missione ItaliaMedici Senza Frontiere, Fondazione Migrantes, Oxfam ItaliaSave the Children Italia, Senza Confine

e inoltre
AOI , Arcs Culture SolidaliFondazione Casa della carità “A. Abriani”CGIL Confederazione Generale Italiana del LavoroCiac onlusCIAIArchéBanca EticaFocsivLunariaSaltaMuriTerra OnlusUIL – Unione Italiana del LavoroLegambiente Onlus 

SE VUOI ADERIRE SCRIVI A: segreteria@ioaccolgo.it

QUI IL LINK CON IL TESTO DELL’APPELLO: http://ioaccolgo.it/…/si-facciano-sbarcare-tutti-i-naufragh…

FATE GIRARE!

Mediterranea Saving Humans
#ioaccolgo #mediterranea #conte #appello
www.ioaccolgo.it

 

Subito un porto sicuro. Non è un’opzione. È diritto.

“Lo sancisce il diritto internazionale, lo vogliono i diritti umani.
Non è un’opzione, e non possiamo continuare ad assistere alla continua lesione dei diritti. 100 persone 28 minori, di cui 22 hanno meno di 10 anni.
Possiamo lasciarli in balia di decisioni che tutto considerano, ma nulla hanno a che fare con l’umanità?
Vedere immagini come quelle che ci inviano gli amici di Mare Jonio e ascoltare le storie che ci raccontano toglie il fiato e ci muove all’unica strada possibile.
Oggi più che mai il nostro sostegno a Mediterranea dimostra il suo alto valore e ci conferma che stiamo percorrendo la strada giusta.

Sempre a favore dei diritti, sempre a sostegno della vita. 

Farci portavoce e far valere nelle sedi competenti i diritti di chi non ha voce, in particolare quelli dei bambini che da più di 50 anni tuteliamo.
Oggi come sempre questa è, e sarà, la nostra priorità.”

Queste le parole di Paola Crestani. Presidente CIAI a commento del salvataggio effettuato stamane da Mare Jonio. In merito alla richiesta di sbarco, ancora una volta MRCC ITA (Centro di Coordinamento Marittimo Italiano) ha risposto di fare riferimento alle “autorità libiche”.

 

https://www.facebook.com/Mediterranearescue/posts/420253758595854

 

Adozioni in corso: i dati CIAI e una riflessione sui dati pubblicati dalla CAI

A distanza di pochi giorni dalla pubblicazione da parte della CAI dei dati sulle adozioni – per la prima volta segmentati per Enti e Paesi- – oggi è CIAI a pubblicare i propri dati per l’anno in corso. Dati che già da tempo sono presentati secondo questa tipologia di segmentazione, adottata su invito della Commissione e che sono mensilmente aggiornati.

La tipologia di presentazione scelta della CAI è un passo rilevante verso la massima condivisione delle informazioni, ci offre l’occasione per andare al di la dei soli numeri e condividere due riflessioni che possono diventare strumenti di orientamento per operatori e famiglie.

Vedere in maniera inequivocabile in che direzione si stanno muovendo i Paesi, gli Enti, le famiglie, ci riporta a una questione di fondo. L’adozione internazionale deve porsi come risposta all’interesse primario del bambino, per questo il quadro dei numeri ci aiuta a comprendere meglio l’importanza della raccomandazione della CAI agli Enti: mantenere sempre una giusta proporzione tra procedure pendenti e adozioni finalizzate. Per stare accanto alle famiglie e accompagnare la loro candidatura laddove questa potrà essere la risposta ad un bambino in attesa e non un orientamento iniziale che si scontri poi con Paesi che hanno chiuso le adozioni o che al momento vivono un momento di sospensione.

Come si legge dai nostri dati, CIAI persegue di anno in anno nella volontà di accogliere solo un numero di mandati per i quali crede realisticamente di poter realizzare l’adozione, senza creare pressione alcuna nei Paesi di origine dei bambini.

L’altra riflessione da fare riguarda un numero che potrebbe creare frustrazione o scoraggiare le famiglie se non interpretato: si parla di 3.000 famiglie in attesa, con meno di 500 adozioni completate (ad oggi) durante il 2019. Un numero che se proiettato porterebbe a circa 1.000 adozioni a fine anno. Quanti anni ancora ci vorrebbero a rispondere alle 3.000 famiglie?

In realtà tra le 3.000 famiglie in attesa, le situazioni sono molto diverse. Alcune sono in attesa da molti anni, mentre altre hanno conferito l’incarico recentemente. I semplici numeri non ci dicono però nulla rispetto alla disponibilità di queste famiglie, sia riguardo all’età che alle condizioni psicofisiche dei bambini. Potrebbe così verificarsi quel paradosso che abbiamo già più volte evidenziato, nonostante il numero di coppie aspiranti all’adozione sia il triplo di quello dei bambini segnalati, molti bambini non riescono a trovare una famiglia perché hanno caratteristiche rispetto alle quali non c’è sufficiente disponibilità da parte delle coppie. Ricordiamo che i dati dell’ultimo dossier statistico pubblicato dalla CAI evidenziava come il 70% dei bambini adottati nel 2018 fosse portatore di bisogni speciali.

Queste due riflessioni conducono a un’affermazione: in un iter umano così delicato ed in un contesto così complesso da interpretare, la relazione col proprio ente deve avere come requisiti di partenza fiducia e trasparenza perché è una relazione che non si conclude con l’abbinamento, ma dura tutta la vita.

 

 

 

SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE CON CIAI

CIAI è un Ente accreditato per lo svolgimento del Servizio Civile Universale (SCU).

Il progetto presentato da CIAI è stato inserito nella Graduatoria definitiva pubblicata il 15 luglio scorso dal Dipartimento politiche giovanili e servizio civile universale .

L’approvazione del progetto resta però provvisoria, fino alla pubblicazione del Bando Ufficiale per il Servizio Civile sul sito del Dipartimento a fine agosto/inizio Settembre 2019.

In attesa della pubblicazione del Bando i giovani interessati possono incominciare ad informarsi sulle proposte progettuali per effettuare la loro scelta: manca davvero poco tempo!

Le modalità di compilazione della domanda verranno pubblicate contestualmente alla pubblicazione del bando, così come i requisiti e documenti necessari.

Il Progetto presentato da CIAI si sviluppa in Cambogia (Phnom Penh, Siem Reap e Pailin), coinvolge circa 650 bambini (e le comunità di cui fanno parte) che vivono in un contesto di povertà multidimensionale e si pone l’obiettivo di contribuire alla creazione di un ambiente favorevole al pieno sviluppo umano attraverso progetti diversificati ed innovativi.

I volontari potranno essere impiegati nelle aree educativa, amministrativa o di fund raising.

Per conoscere i nostri progetti in Cambogia

Per conoscere le graduatorie CLICCA QUI

Per maggiori informazioni scrivere a info@ciai.it

PALERMO: CIAI ALLA CONFERENZA SUI MINORI MIGRANTI SOLI

Si svolge oggi,  nell’Aula Consiliare del Comune di Palermo, la Conferenza “Minori migranti soli: storie, problematiche ed evoluzione della loro condizione attraverso i percorsi della Cartella Sociale Harraga”.
E’ possibile seguire l’evento in ‪#‎livestreaming‬

Per saperne di più CLICCA QUI

Il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, con Paola Crestani, presidente CIAI, e Alessandra Sciurba, responsabile sede CIAI di Palermo.

Ong missione Italia. CIAI c’è

Un articolo a firma di Antonietta Nembri pubblicato sul portale vita.it riporta delle tante inziative delle Ong in Italia. Fra i protagonisti anche CIAI, con la voce di Luca Meschi, direttore territoriale Italia, e del nostro presidente Paola Crestani. Nelle prime righe, fra l’altro,  è riportata questa sua affermazione: «Se noi ong scendessimo in sciopero salterebbe un pezzo di welfare italiano».

Per leggere l’intero servizio CLICCA QUI

DOVE MI TROVO?