was successfully added to your cart.

Carrello

Category

news

AMREF-CIAI: UN’ALLEANZA CHE GUARDA AL FUTURO

Accomunate dai valori fondanti e dalla volontà di continuare a fare la differenza nella vita di tante persone fragili, in difficoltà, vulnerabili, Amref Health Africa-Italia e CIAI hanno scelto la strada dell’alleanza per affrontare con rinnovato vigore sfide sempre più difficili in un contesto reso ancora più ostile dalla pandemia.potranno così ottenere risultati sempre più efficaci. Si tratta di una scelta innovativa e unica in Italia perché prevede che entrambe le organizzazioni mantengano la loro identità, proseguendo il proprio percorso, arricchite. E’ innovativa anche per il messaggio che lancia: in un momento in cui davanti alle difficoltà si moltiplicano gli esempi di forte disgregazione, CIAI e Amref hanno scelto di reagire positivamente al mutare delle realtà in cui operano riconoscendo il valore dell’aggregazione.

In virtù dell’esperienza di Amref – più grande ong sanitaria africana, che opera in Africa – CIAI affida ad essa un ramo della propria attività: quello della cooperazione internazionale in Burkina Faso, Costa d’Avorio ed Etiopia, nonché la gestione dei Programmi di Sostegno a distanza in quei Paesi; tali attività potranno essere potenziate, così come si apriranno nuove prospettive di progettazioni comuni in Italia. CIAI manterrà vivi, grazie anche all’alleanza, i progetti di sussidiarietà nei Paesi in cui opera come Ente autorizzato allo svolgimento di pratiche di adozione internazionale in Italia.

Obiettivo dell’alleanza è portare avanti e potenziare l’efficacia dei progetti in corso in Africa mettendo sempre al centro il benessere dei bambini che ne sono beneficiari, in ragione del lavoro svolto da CIAI fino ad oggi e dell’importante presenza di Amref nel continente africano.

Unire competenze e specificità per il bene dei più fragili è la strada migliore per guardare al futuro. CIAI porta in questa alleanza tutta la sua esperienza e un approccio unico al mondo dell’infanzia: guardare ad ogni bambino come si guarda ad un figlio, con uno sguardo complessivo sui suoi bisogni”, commenta Paola Crestani, presidente di CIAI.

L’alleanza con CIAI rafforza un percorso iniziato da Amref prima della pandemia, che ci vedeva fortemente contrari ad una frammentazione del terzo settore e convinti sostenitori di un’esigenza di risposte di maggior impatto sui territori. Da qui nasce l’incontro con CIAI, di cui faremo tesoro di tutta la competenza e il lavoro svolto nei tre Paesi, convinti di poter garantire soluzioni in salute, che durino nel tempo”, afferma Guglielmo Micucci – Direttore di Amref Health Africa-Italia.

 

Per scaricare il Comunicato stampa CLICCA QUI

 

CHIUSURE PER PASQUA, SEDE PER SEDE

Anche quella di quest’anno sarà una Pasqua particolare e ci auguriamo tutti sia veramente l’ultima in questa situazione. Vogliamo comunque farvi da parte nostra tutti i più sinceri auguri per una Pasqua di serenità, ne abbiamo tutti bisogno.

Con le Festività pasquali anche gli uffici CIAI nelle diverse città resteranno chiusi. Ecco il calendario completo

 

ADOZIONI INTERNAZIONALI: PARLA IL VICE PRESIDENTE CAI

In una lunga intervista di Sara De Carli pubblicata su vita.it, il vicepresidente della Commissione Adozioni Internazionali Vincenzo Starita affronta molti aspetti del presente e del futuro delle adozioni internazionali in Italia.

“In soli sei mesi di vicepresidenza Vincenzo Starita ha veramente affrontato molte importanti questioni -commenta Paola Crestani, presidente CIAI- proseguendo sulla strada segnata da Laura Laera che lo ha preceduto. Non possiamo che condividere la modalità di lavoro partecipata e anche l’importanza data al post adozione, evidenziata a partire dalla collaborazione con il Miur”.

Secondo Paola Crestani è importante anche che il vicepresidente affronti con decisione e urgenza la questione del rapporto incarichi/adozioni: “lo squilibrio è veramente eccessivo -sottolinea – e non giustificato nemmeno dal periodo di pandemia”.

LEGGI QUI l’intervista integrale

14 marzo 2021

NASCE UN PREMIO IN MEMORIA DI PAOLO DIECI

A due anni dalla morte improvvisa di Paolo Dieci, Presidente di CISP Sviluppo dei Popoli e di Link 2007, uno dei protagonisti più lucidi e infaticabili della cooperazione italiana, è stato organizzato un Premio in sua nome.
Il bando per il “PREMIO PAOLO DIECI PER IL PARTENARIATO TRA ORGANIZZAZIONI DELLA SOCIETÀ CIVILE E DELLE DIASPORE”, che ha il patrocinio del Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, verrà lanciato Mercoledì 10 marzo, in un webinar alle ore 17 (https://iabweu.zoom.us/j/96565919772…).
Per saperne di più CLICCA QUI
8 marzo 2021

CAI: RIMBORSO SPESE ADOTTIVE 2018-2019

Sono stati pubblicati sul sito della Commissione per le Adozioni Internazionali i Decreti del Ministro per le pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti,concernenti la concessione del rimborso delle spese sostenute per le adozioni concluse negli anni 2018 e 2019.

Le istanze andranno presentate, a pena di irricevibilità, entro 60 giorni dalla pubblicazione dei DM sul sito della CAI e dunque da domani, 5 marzo 2021, fino alle ore 23:59 del 3 maggio 2021 esclusivamente accedendo al portale on line “Adozione Trasparente”  tramite autenticazione con SPID (Sistema Pubblico Identità Digitale).

Per maggiori dettagli CLICCA QUI 

4 marzo 2021

LEGGE DI BILANCIO: LE MISURE PER MINORI CON DISABILITA’

Con l’approvazione del bilancio di previsione dello Stato per l’anno 2021 (Legge n. 178/2020) si sono potenziate alcune misure in favore dei minori, specie con disabilità, e dei loro genitori ed altre sono state aggiunte. Gianfranco de Robertis dell’Anffas Nazionale – Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, le riassunte e illustrate per il Gruppo CRC.

LEGGI QUI L’ARTICOLO

 

25 febbraio 2021

NELLE SCUOLE A PARLARE DI DIVERSITA’

Nasce dalla collaborazione di CIAI con Feltrinelli Editore e Gabriella Nobile, fondatrice dell’associazione “Mamme per la pelle” e autrice del libro “I miei figli spiegati a un razzista”, il progetto “Scuola di dialogo”.

Negli ultimi anni in Italia sono drammaticamente aumentati i sentimenti di xenofobia e razzismo e con essi gli episodi di discriminazione. Diventa quindi  fondamentale promuovere una cultura che favorisca il rispetto e la valorizzazione delle differenze. La presenza di alunni con radici culturali o storie diverse, legate alle migrazioni ma anche all’adozione internazionale, deve trasformarsi in un’opportunità. Non basta convivere bisogna costruire insieme una nuova rappresentazione culturale fondata sull’accoglienza, educando e formando persone consapevoli dell’esistenza del fondamentale rispetto di se stesso e dell’altro e della diversità di ognuno.

Come funziona

Partendo dalla lettura del libro di Gabriella Nobile, i ragazzi delle scuole secondarie di I e II grado saranno guidati dall’autrice stessa e da una psicologa o uno psicologo di CIAI in un dialogo su esclusione, discriminazione, xenofobia, mirato a comprendere le motivazioni psicologiche che spingono ad assumere tali posizionamenti ideologici. Abbattendo stereotipi e pregiudizi, si promuoverà la sensibilità culturale a valori quali integrazione, inclusione, accoglienza.

Attraverso la lettura del testo e la discussione in classe ci proponiamo di:

  • sensibilizzare gli studenti ai nuovi orizzonti della multiculturalità
  • prevenire lo sviluppo di atteggiamenti di intolleranza e chiusura difensiva
  • tutelare e sviluppare la presenza delle altre culture in classe
  • valorizzare le caratteristiche di cui ciascuno è portatore, per elaborare la vergogna, l’impotenza e la paura di essere diversi
  • riconoscere il pluralismo come risorsa ricca e stimolante nella crescita della società civile
  • rafforzare l’identità individuale e di gruppo, portando il ragazzo a riflettere su di sé, sugli altri, sugli stereotipi, pregiudizi in maniera critica.

Le scuole che aderiranno alla proposta sono inoltre invitate a sostenere con una donazione il progetto del CIAI Pomeriggi insieme , un Centro pomeridiano nella periferia di Palermo, dove la dispersione scolastica è un rischio molto concreto. Qui i bambini vengono seguiti e coinvolti in diverse attività educative e artistiche con la guida di educatori e psicologi, inoltre sperimentano la ricchezza della multiculturalità grazie ad animatori speciali: i ragazzi migranti del vicino SPRAR.

Per scaricare la Presentazione CLICCA QUI

VOLETE CONTRIBUIRE A DIFFONDERE QUESTA INIZIATIVA NELLA SCUOLA IN CUI LAVORATE O QUELLA FREQUENTATA DAI VOSTRI FIGLI? scrivete a info@ciai.it e vi contatteremo al più presto.

 

9 febbraio 2021

 

DAD: APPELLO CIAI ALLA GARANTE INFANZIA E ADOLESCENZA

Il Consiglio Direttivo di CIAI ha inviato all’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Carla Garlatti, una comunicazione nella quale esprimeva preoccupazione rispetto al protrarsi della Didattica a Distanza nelle scuole del nostro Paese.
“Sappiamo che la DAD è stato uno strumento utilissimo per garantire agli studenti di rimanere in contatto tra loro e con i loro docenti nei momenti più difficili della pandemia. Tuttavia abbiamo imparato in questi mesi che la didattica a distanza non può sostituire quella in presenza e che sono molti i danni causati dal protrarsi del periodo di chiusura delle scuole in presenza per i nostri ragazzi e ragazze.”: diceva, tra l’altro, il messaggio a cui era allegato un documento stilato dal Consiglio stesso.
L’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza Carla Garlatti
LEGGI QUI il documento CIAI E LA DAD
1 febbraio 2021

IOACCOLGO: APPELLO PER LA CHIUSURA DEI CPR

Chiudere i CPR a partire da quello di via Corelli a Milano. Questo l’appello lanciato da una rete di oltre 20 realtà della società civile milanese, fra cui CIAI, che chiedono la chiusura dei centri di permanenza per il rimpatrio e sollecitano nel contempo le istituzioni, a partire da Prefettura, Questura e Comune di Milano, ad adoperarsi nell’immediato per garantire dignità e diritti alle persone trattenute.

L’appello è firmato da:

Per Comitato Milanese Io Accolgo: Acli Milano – Arci Milano –  Asgi Lombardia – Associazione Arcobaleno – Ass. cult. Villa Pallavicini – Associazione Enzo Tortora Radicali Milano – Avvocati per niente – CGIL Milano – CIAI – Cisl Milano Metropoli – CNCA Lombardia – Comunità di Sant’Egidio Milano – Fondazione Casa della carità “A. Abriani” – Fondazione Franco Verga – La Cordata – ResQ People Saving People – Samia, insieme per l’uguaglianza – UIL Milano e Lombardia – Antigone Lombardia – Agenzia stampa Pressenza – Cambio Passo APS Onlus – CGIL Lombardia – Laudato sì, un’alleanza per il clima, la Terra e la giustizia sociale – Naga Odv – Osservatorio Solidarietà – Rete mai più Lager No cpr

LEGGI QUI IL TESTO INTEGRALE DELL’APPELLO

 

1 febbraio 2021

SERVIZIO CIVILE: LE PROPOSTE DI CIAI

Se avete fra i 18 e i 28 anni e vi stanno a cuore la promozione dei diritti e la prevenzione e lotta ad ogni forma di discriminazione, la proposta di SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE di CIAI fa per voi. Potete infatti scegliere il Progetto “FACCIAMO LA DIFFERENZA SENZA FARE DIFFERENZE” e diventare protagonisti di un percorso che coinvolge scuole e piattaforme social in una campagna di promozione culturale multilivello (online, stampa, scuole).
Un progetto che permette ai volontari del servizio civile di approfondire la conoscenza e l’esperienza in diversi ambiti professionali: dalla cooperazione (progettazione, monitoraggio e valutazione del progetto) alla comunicazione (social network, campaigning) all’amministrazione (meccanismi di finanziamento e rendicontazione).
Affrettatevi: le domande vanno presentate ENTRO L’8 FEBBRAIO.
Tutte le informazioni e trovate QUI

DOVE MI TROVO?