was successfully added to your cart.

Carrello

CHI HA DETTO CHE BISOGNA ESSERE IN DUE?

By 13/10/2020news

Genitore 1, Genitore 2, Genitore 3: si arriva fino a 5 genitori nella nuova campagna CIAI che lancia un modo nuovo per attivare un Sostegno a distanza, la forma di donazione più diffusa ed efficace per cambiare concretamente la vita di un bambino vulnerabile.  Se è vero che fare le cose insieme è più bello, in tempi di crisi fare una donazione in gruppo significa anche renderla economicamente più accessibile e sostenibile.

E’ questa l’origine dell’idea creativa sviluppata dall’agenzia Ogilvy insieme ai registi Marco Bellone e Giovanni Consonni, di The Box Film, che hanno scelto di raccontare per CIAI una storia che si stacca totalmente dai codici a cui la comunicazione sui sostegni a distanza ci ha abituati.

Così, CIAI spiega come questo nuovo tipo di sostegno a distanza possa nascere ovunque, in qualunque momento, fra persone diverse tra loro per età e genere. “L’idea di proporre di unirsi in gruppi fino a 5 persone per condividere l’impegno di un sostegno a distanza ci è venuta proprio dai nostri donatori. Abbiamo molti gruppi di amici che da tempo hanno intrapreso la strada del sostegno condiviso. E poi ci sono i più giovani che dispongono di cifre più piccole, ma sono sempre più desiderosi di attivarsi. Abbiamo sentito l’esigenza di creare le condizioni perché il Sad fosse davvero alla portata di tutti e ad Ogilvy abbiamo chiesto di accompagnarci con un linguaggio e un trattamento moderni”, dice Fabrizia Orrù, direttore raccolta fondi e comunicazione di CIAI.

“E’ stato un piacere collaborare ancora una volta con CIAI. Ancora di più per comunicare questo nuovo modo di essere solidali. E’ una bella formula che meritava una creatività diversa, lontana dagli stilemi classici della categoria. ” commentano i direttori creativi Giordano Curreri e Marco Geranzani.

Preceduta da una fase teaser sui social, il video nei formati 30” e 15” è programmato negli spazi per il Sociale sulle reti Sky dall’11 ottobre e su La7 dal 25 ottobre. La campagna sarà poi pianificata prevalentemente sui social.

VIDEO 30″

VIDEO 15″

SCOPRI DI PIU SUL SOSTEGNO A DISTANZA DI GRUPPO 

 

 

RENDICONTAZIONE CAMPAGNA (al 31/12/2020)

La promozione della campagna è avvenuta attraverso i social networks utilizzando sia post organici sia adv. Abbiamo lanciato la campagna con un primo teaser il 30 settembre per proseguire con 2 teaser successivi ad ottobre, precisamente il 04/10 e 08/10.  L’11 ottobre abbiamo messo online lo spot 30 secondi sui social network, principalmente facebook e instagram.

I post sponsorizzati ( periodo 15/10-31/12) hanno avuto un buon risultato. Click al sito sono stati 24.349 con una copertura stimata di 71.758. Il costo per click è stato di 0,06 centesimi, segnale che la campagna ha performato bene.

54 nuovi sostegni, 36 bambini vulnerabili che grazie alla campagna hanno iniziato a beneficiare del sostegno a distanza.  20 bambini in Burkina Faso, 2 in Costa d’Avorio, 5 in Etiopia, 3 in India e 6 in Cambogia: questi i nuovi bambini che grazie ai 54 nuovi sostenitori si sono aggiungi al programma di sostegno a distanza di CIAI. Il 50% dei sostenitori ha scelto il sostegno a distanza one to one tradizionale, il restante 50% ha accolto la nuova formula del sostegno di gruppo (alcuni in gruppi da 5, altri in gruppi più ristretti, altri in coppia).