was successfully added to your cart.

Carrello

“Tempoora! Momenti fritti” è il titolo dello spettacolo conclusivo dei laboratori Fuoriorario #tu6scuola dell’IC Ancona Grazie Tavernelle. In sole tre parole, il titolo rivela i temi sviluppati nella rappresentazione che, prendendo spunto da un’originale interpretazione dei classici (Odissea, La Divina Commedia, il Decameron, etc.), riesce a trattare le questioni poste dall’attualità con spessore e ironia. 

L’Istituto Comprensivo Ancona “Grazie Tavernelle” da anni usa i linguaggi alternativi quali il teatro, la danza, l’arte e la musica come metodologie per l’inclusione e la valorizzazione dei talenti.  Nei laboratori creativi, le studentesse e gli studenti hanno la possibilità di incontrarsi, di conoscersi ed aiutarsi senza la pressione della valutazione scolastica.

La partecipazione ai laboratori pomeridiani, permette di avere un’esperienza dell’ambiente scolastico al di fuori delle valutazioni, in cui si acquisiscono competenze trasversali. Si favorisce così la costruzione di un clima positivo giocato nella relazione docente/alunno che spesso aiuta i ragazzi ad ottenere buoni risultati scolastici. 

In quest’ottica, il laboratorio Fuoriorario ha permesso la sperimentazione di nuove metodologie didattiche e l’ampliamento dell’offerta laboratoriale della scuola.

Nelle varie azioni di #tu6scuola, l’adozione della didattica inclusiva, ha permesso la partecipazione di tutti gli alunni BES-DSA e con handicap, prevedendo momenti individuali e a piccoli gruppi e per poi unirli ai laboratori più numerosi. 

“L’esperienza è stata gratificante e abbiamo notato sia una crescita delle competenze individuali dei ragazzi sia un miglior clima scolastico e soprattutto un maggior senso di appartenenza da parte di tutti. Abbiamo potuto sperimentare varie metodologie da quelle tecnologiche al cooperative learning, ma soprattutto l’innovazione è stata portata dal body percussion grazie al quale i ragazzi hanno potuto migliorare l’attenzione, la coordinazione, la concentrazione in un modo sicuramente più divertente” conclude Grazia Piracci, insegnante e referente dell’attività Fuoriorario. 

Redazione #tu6scuola

Author Redazione #tu6scuola

More posts by Redazione #tu6scuola