was successfully added to your cart.

Carrello

Cinemovel a Milano: così impariamo a cambiare approccio.

Ai ragazzi viene chiesto di disporsi a cerchio. A turno, cinque di loro devono avanzare verso il centro e fermarsi qualche secondo. Poi devono tornare al proprio posto e lasciare spazio ad altri cinque.

La difficoltà è che è vietato parlare: il gruppo è invitato ad autoregolarsi solo attraverso l’osservazione e l’ascolto reciproco. Dopo un iniziale disorientamento, i ragazzi capiscono che devono passare da una logica di competizione a una di collaborazione. Il cambio di approccio li aiuta a raggiungere l’obiettivo.

 

Come i ragazzi, così gli educatori

Questo episodio si è svolto poche settimane fa all’ I.C. CApponi di Milano, nel corso di una lezione di teatro tenuta da Cinemovel durante la fase iniziale del lavoro per il Cinegame. Oltre a essere un esercizio istruttivo, è una bella metafora del lavoro che c’è dietro al progetto #tu6scuola.

Come questi ragazzi di prima media, così tutti noi, coordinatori, partner e attori del progetto, abbiamo un obiettivo comune: dare forma a un nuovo modello educativo

Il nostro strumento più potente è la collaborazione, la capacità di fare rete.

Rinnovare la scuola dall’interno

Lo diciamo spesso: la caratteristica distintiva del progetto #tu6scuola è il fatto di non essere un elemento accessorio rispetto all’attività scolastica “regolare”, ma un insieme di strumenti che si integrano alla didattica, per ripensarla dall’interno.

Le attività, avviate o guidate da operatori ed esperti esterni agli istituti, puntano a coinvolgere tutta la comunità scolastica e territoriale, offrendo nuovi stimoli, spunti e opportunità. A rompere degli schemi diventati troppo rigidi e liberare nuove risorse.

Ci vuole una buona dose di fiducia reciproca per affrontare questa sfida, e ci vuole anche capacità, da parte di tutti, di mettersi in discussione. Non è sempre facile arrivarci: spesso è una conquista graduale.

I ragazzi al centro

La capacità di osservazione e ascolto  è certamente una delle competenze fondamentali da esercitare quotidianamente. Ascolto delle esigenze dei docenti, delle problematiche peculiari di ogni istituto, della comunità e del territorio.

Il progetto #tu6scuola è flessibile per sua natura, perché presuppone un lavoro di squadra continuo. Le azioni di progetto sono contenitori che vengono riempiti in modo unico da ogni territorio. 

Ogni singola attività nasce dalla capacità di tutti di fare un passo avanti o uno indietro in base a cosa è meglio per il gruppo. 

L’obiettivo è sempre mettere al centro i ragazzi.