All Posts By

Donatella Ceralli

ONG E TRASPARENZA

Di Ong si è parlato molto in Italia in questi ultimi anni. E si continua a farlo. A proposito e a sproposito. Con e senza cognizione di causa. Creando una grande confusione. “LINK 2007 – Cooperazione in rete”-  il coordinamento di Ong a cui anche CIAI appartine- ha realizzato un documento che si propone di fare luce su questo mondo, sia complessivamente, sia nella specificità Ong; esaminarne la normativa vigente, i riconoscimenti pubblici e i controlli; evidenziare se e come sia garantita la trasparenza, anche ai fini della propria credibilità e reputazione; suggerire proposte migliorative. Si compone di quattro capitoli:

I – Istituzioni non profit in Italia. La fotografia dell’ISTAT

II – La riforma legislativa del Terzo Settore

III – Ong e Osc di cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario

IV – La trasparenza.

Il documento è dedicato a Paolo Dieci, presidente dell’Ong CISP e della rete LINK 2007, scomparso in un incidente aereo lo scorso 10 marzo mentre stava per recarsi in Somalia a portare solidarietà e sviluppo.

SCARICA QUI il documento

 

DA ROMA A KABUL…DI CORSA!

Domenica 7 aprile, venite a correre insieme a CIAI la Stracittadina di Roma. Una corsa amatoriale -soli 5km- dai Fori Imperiali al Circo Massimo. Km che diventano un filo invisibile tra Roma a Kabul.

Si corre per diffondere un messaggio di solidarietà, in una giornata dedicata a fare bene, in tutto il mondo.

Noi di CIAI ti chiediamo di indossare la nostra pettorina e correre con noi, per Nur.

Nur è una bambina afghana di 12 anni, promessa in sposa allo zio di 50 anni. Per sottrarsi a questo matrimonio Nur non ha esitato a correre per scappare da casa, ha dormito per tre giorni in strada e poi è stata catturata dalla polizia e rinchiusa nel Centro di riabilitazione di Kabul, nient’altro che un carcere. E’ colpevole di un crimine morale. Ha disonorato la sua famiglia. Nur è una Bambina Coraggiosa. Sono tante le bambine coraggiose che ogni giorno CIAI incontra. E’ con queste bambine che vogliamo stare: quelle che ogni giorno corrono per poter continuare a frequentare la scuola, per scegliere chi sposare, se e quando avere dei figli, per dedicarsi al lavoro che preferiscono.

A loro abbiamo dedicato la nostra campagna Bambine Coraggiose, scopri chi sono e quali i progetti che CIAI ha attivato per cambiare il loro futuro

Una famiglia, un gruppo di amici, una classe intera. Più persone correranno per Nur e per le Bambine Coraggiose, più saranno i fondi raccolti che potremo destinare ai progetti.

Iscriversi è semplice, ma dovete farlo al più presto (le iscrizioni chiudono il 25 marzo) .

INVIATE A a lazio@ciai.it :

  • MODULO D’ISCRIZIONE  compilato
  • Riscrontro del pagamento della quota d’iscrizione (minimo 10 euro a partecipante) che potrete effettuare o in contanti presso la sede CIAI o con bonifico bancario, carta di credito, paypall  alle seguenti coordinate:

IT33V0538701600000000777140

BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA

CIAI Onlus con causale : “Stracittadina 2019”

Per ogni iscritto, CIAI riceverà una donazione di 3 Euro che sarà destinata al  progetto “Bambine Coraggiose”.

Vi aspettiamo numerosi!

 

25-28 APRILE: VI ASPETTIAMO IN ASSEMBLEA!

L’incontro annuale di CIAI, all’interno del quale si svolge anche l’Assembea dei Soci, si terrà presso il Savoia Hotel di Rimini  dal 25 al 28 aprile 2019.

SIAMO LA DIFFERENZA è la cornice sotto la quale nel 2019 vogliamo agire ed il tema attorno al quale abbiamo scelto anche di strutturare il nostro incontro annuale.

Perché sappiamo che chi vive la differenza ogni giorno, come dimensione di assoluta normalità, col suo esempio, con la sua testimonianza, con la sua attivazione trasforma la sua differenza in un fare la differenza. Incidendo e contaminando gli ambienti in cui vive e opera, e le persone che incontra.

Per questo è importante ritrovarci in tanti anche quest’anno alla prossima Assemblea: per confrontarci, darci forza, condividere strumenti e risorse per superare i muri dell’ignoranza e del razzismo.

Vi aspettiamo in tanti a Rimini!

PROGRAMMA di massima al 15/03

SCHEDA DI ADESIONE online

FROM PAPER TO TABLET

Aperte le iscrizioni per il corso che si rivolge agli operatori della cooperazione allo sviluppo internazionale fornendo le competenze per migliorare il processo di monitoraggio e valutazione dei progetti e delle organizzazioni, attraverso l’utilizzo di strumenti adeguati ed innovativi di raccolta, sistematizzazione e analisi di dati.

Il corso nasce dall’esperienza di un gruppo di esperti attraverso il supporto a diverse organizzazioni nello sviluppo alla creazione una Teoria del Cambiamento (ToC) come primo passo per impostare una  raccolta dati adeguata per il monitoraggio e la valutazione degli interventi di Cooperazione.

Organizzato da Gnucoop, ChangeLab e CIAI si svolgerà a Milano nei giorni 8/11/15 aprile, dalle 10 alle 17 presso la sede CIAI (Via Bordighera, 6 Milano).

#formazionesviluppo

Per maggiori informazioni e iscrizioni CLICCA QUI

 

PAOLO DIECI RIMARRA’ NEI NOSTRI CUORI

La notizia ha lasciato tutti esterrefatti, attoniti. Scoprire che a bordo dell’aereo precipitato questa mattina a pochi chilometri da Addis Abeba c’era anche Paolo Dieci è stato devastante. Paolo era il presidente della rete di Ong Link2007 a cui anche CIAI appartiene. Ecco il comunicato diffuso questa sera.

“Sarà difficile pensare LINK 2007-Cooperazione in rete senza Paolo Dieci. Siamo sconvolti per quanto accaduto questa mattina al volo che da Addis Abeba avrebbe dovuto condurre a Nairobi 157 persone, tra cui Paolo ed altri sette italiani. ‘Siamo rimasti increduli per qualche ora, fino ad arrenderci all’evidenza nel pianto per una persona che era innanzitutto un amico sincero e rappresentava per tutti noi un punto di riferimento e una guida importante’ dice con parole commosse Paola Crestani, vicepresidente di Link 2007. ‘Ha vissuto sempre in piena coerenza con i valori di giustizia, fratellanza, inclusione, solidarietà, amore per i più deboli che hanno fatto nascere il Cisp, comitato internazionale per lo sviluppo dei popoli, 36 anni fa: sia nel suo lavoro di cooperante, di direttore e di presidente di questa organizzazione, sia nell’assunzione della responsabilità di presidente della nostra rete Link 2007′.

Ci stringiamo con immenso affatto intorno alla moglie Maria Luisa e ai tre figli, ai famigliari e a tutti gli amici del CISP a cui ci sentiamo da sempre legati. Il momento è difficile, molto difficile con la mancanza di Paolo. Il suo esempio e la strada che ha indicato nella sua azione e nel suo modo di porsi quotidiani può aiutarci a superarlo. Dialogo con tutti, studio e conoscenza dei contesti e dei problemi, approfondimento e ricerca di soluzioni condivise, presenza e impegno nei progetti di sviluppo, a formare, sostenere, guidare, comunicare valori e visioni, capacità di costruire partenariati con comunità e istituzioni, amore per i più deboli ed esclusi. Considerava la formazione indispensabile per affrontare i temi dello sviluppo. Attiva la sua partecipazione al master di Pavia, a specifici corsi universitari, a master avviati in Kenya.

Il mondo della cooperazione internazionale perde uno dei suoi più brillanti esponenti e la società civile italiana perde un prezioso punto di riferimento’, leggiamo nel breve, doloroso, comunicato del CISP. È proprio così, perché questo Paolo ha rappresentato per tutti noi.

Stava andando a Nairobi per recarsi in Somalia. ‘Ci vado sempre volentieri, affermava pochi giorni fa, perché è un paese che amiamo, anche se difficile e rischioso, ma ci sono interventi a beneficio delle comunità che il Cisp può e ha il dovere di fare e i nostri operatori, somali e internazionali, vanno sostenuti e guidati’. Un impegno di vita, il suo, che riceviamo in eredità. Caro Paolo, ciao, ci mancherai moltissimo.”

www.link2007.org

 

8 MARZO CON LE BAMBINE CORAGGIOSE

Dedichiamo l’8 marzo alle future donne: le bambine. E, fra queste, alle bambine coraggiose, quelle che ogni giorno lottano per poter continuare a frequentare la scuola, scegliere chi sposare, se e quando avere dei figli, dedicarsi al lavoro che preferiscono.

Per questo, abbiamo deciso di lanciare proprio oggi la nostra campagna BAMBINE CORAGGIOSE che, in tanti paesi del mondo, vogliono diventare donne forti, libere e consapevoli.

Per conoscere le BAMBINE CORAGGIOSE e scoprire come sostenerle CLICCA QUI

 

PEOPLE PRIMA LE PERSONE: ABBIAMO FATTO LA DIFFERENZA!

Sabato 2 marzo a Milano è stata una giornata fantastica, un momento importante in cui ci siamo ritrovati tra persone che condividono l’idea che un mondo più accogliente e colorato non solo è possibile ma è già realtà, una realtà bellissima.

Davvero “siamo la differenza e facciamo la differenza”!!!!

E’ stato bellissimo ritrovarci cosi in tanti (dicono 250 mila persone in totale) e soprattutto tra tantissimi soci, famiglie, amici di CIAI, vedere tutto quel mondo colorato, accogliente e attento ai bisogni degli altri che abbiamo costruito in questi 50 anni di impegno e che rinnoviamo ogni giorno, nel nostro vivere quotidiano.

Noi di CIAI eravamo davvero tantissimi, molti di più dei 200 che aspettavamo e che ci avevano comunicato la loro presenza!!!

Grazie allora ai tanti di voi che c’erano,  chi ci ha seguito da lontano, chi avrebbe voluto esserci, ma non ha potuto farlo.

Alla prossima!

 

 

            

E DOMANI TUTTI IN MARCIA!

Ci siamo: domani dalle ore 14 partirà la manifestazione nazionale PEOPLE PRIMA LE PERSONE  organizzata a Milano da 25 realtà assciative fra cui CIAI. Secondo le ultime stime saranno più di 900 gli enti aderenti e decine di migliaia le persone pronte a sfilare in quella che si preannuncia come una grande festa.

La politica della paura e la cultura della discriminazione viene sistematicamente perseguita per alimentare l’odio e creare cittadini e cittadine di serie A e di serie B. Per noi, invece, il nemico è la diseguaglianza, lo sfruttamento, la condizione di precarietà”: così recita l’appello sottoscritto da centinaia di associazioni e migliaia di cittadini.

Se volete sfilare insieme  a CIAI nel corteo  trovatevi alle ore 12,45 davanti al Museo di storia naturale, ingresso principale. Avremo uno striscione CIAI come segno di riconoscimento. Ad ogni bambino verrà dato un palloncino con l’immagine del mondo.
Entro le 13,30 dobbiamo essere in posizione in testa al corteo.

Vi aspettiamo numerosi!
#siamoladifferenza
#iocisarò
#primalepersone
#comeunfiglio

CLICCA QUI per visitare il sito ufficiale della manifestazione

 

RIMBORSI SPESE ADOZIONE

La Segreteria Tecnica della CAI informa che l’esame delle istanze di rimborso delle spese per le adozioni si è concluso per il 2012 mentre quello del 2013 è in fase di completamento. Nel frattempo, è stata richiesta la riassegnazione in bilancio delle risorse necessarie per procedere alla liquidazione degli importi. Non appena queste saranno disponibili, ne verrà data notizia sul sito della CAI.
Per ulteriori informazioni si può contattare Linea CAI Rimborsi 06 67793222 il mercoledì dalle 14,00 alle 16,00 o scrivere a rimborsi.cai@governo.it .

 

DIRITTI INFANZIA E ADOLESCENZA: LE OSSERVAZIONI ONU ALL’ITALIA

Il Comitato Onu per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza ha pubblicato le osservazioni sull’attuazione della Convenzione di New York in Italia. Quattordici pagine di segnalazioni articolate in 43 paragrafi. Ricorrenti nelle raccomandazioni la richiesta di misure contro ogni forma di discriminazione, l’effettivo ascolto e partecipazione di bambini e ragazzi nelle scelte politiche e nelle decisioni che li riguardano, la diminuzione delle differenze sul territorio nell’accesso ai servizi. Le raccomandazioni sono riferite al quinto e sesto rapporto presentato dallo Stato italiano sull’attuazione della Convenzione Onu del 1989 discussi nella 80esima sessione del Comitato conclusasi il 1° febbraio a Ginevra, presente anche l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza.

Le principali indicazioni

Il Comitato Onu ha manifestato preoccupazioni e ha raccomandato di adottare misure urgenti in particolare in tema di:

  • distribuzione dellerisorse finanziarie che tenga conto dei diritti dei minorenni più vulnerabili;
  • non discriminazionedelle persone di minore età sotto ogni aspetto;
  • educazione e istruzione (tra cui lotta alla dispersione scolastica, edifici scolastici sicuri e accoglienti e attuazione della legge contro il bullismo e cyberbullismo);
  • minorenni migranti, rifugiati e richiedenti asilo, chiedendo – tra l’altro –  di adottare i decreti attuativi della legge 47/2017 sui minori non accompagnati, cautele nell’applicazione del decreto Sicurezza, iniziative sull’accertamento dell’età, sull’accoglienza e inclusione e per la sollecita nomina dei tutori volontari.

Le altre raccomandazioni

Tra le numerose raccomandazioni espresse dal Comitato: potenziamento del sistema di raccolta di dati in tema di infanzia e adolescenza, ulteriore diffusione di informazioni su Convenzione e protocolli, rafforzamento dellaformazione in tema di diritti dei professionisti che lavorano con e per i minorenni. Raccomandato all’Italia di introdurre un sistema nazionale di raccolta dati in materia di violenza contro i minorenni. Sottolineata l’importanza delle vaccinazioni, chiesti un sistema uniforme e integrato di servizi neuropsichiatrici e risposte alla povertà minorile.

Un’Autorità autonoma e indipendente

“Le raccomandazioni del Comitato, scaricabili in inglese dal sito delle Nazioni Unite, sono cospicue e articolate. Esse costituiscono un importante e prezioso punto di riferimento per impostare le politiche per la tutela dei diritti di tutti bambini e ragazzi presenti in Italia, in nome del principio del superiore interesse del minore” commenta la Garante Filomena Albano. “L’Autorità garante è chiamata, nel rispetto delle competenze della propria legge istitutiva, a monitorare che l’Italia dia concreta attuazione ai diritti della Convenzione di New York. A tal proposito va ricordato che il Comitato Onu ha anche raccomandato allo Stato italiano di dotare l’Autorità garante per infanzia e l’adolescenza  di una completaindipendenza e autonomia e di incrementarne le risorse umane, tecniche e finanziarie”.

 

DOVE MI TROVO?