was successfully added to your cart.

Carrello

Ancona, Terra di mezzo

di Silvia Giovanella – Siamo Terra di mezzo, in tutti i sensi: centro Italia, città di medie dimensioni, lungi dallo sperimentare le situazioni emergenziali tipiche delle periferie metropolitane, l’area si caratterizza da tassi di immigrazione in crescita esponenziale, da famiglie sempre più spesso mono-genitoriali, da ragazzi sempre più soli e da un’offerta di servizi di supporto piuttosto carente.

In questo quadro alla scuola si demanda un livello di centralità e di responsabilizzazione sempre maggiore, un ruolo nevralgico nella vita di relazione di bambini e ragazzi che, se non opportunamente supportato, rischia di diventare uno sforzo insostenibile.

Gioco di squadra per la scuola – In questo contesto stanno sperimentando per la prima volta il gioco di squadra due partner territoriali, la cooperativa sociale Opera e l’IC Grazie Tavernelle.

Opera è una cooperativa sociale di tipo B, che favorisce l’inclusione lavorativa delle persone a rischio di emarginazione sociale; è cresciuta grazie ad un dialogo costante ed uno stretto rapporto con il proprio territorio e all’ascolto dei suoi bisogni contingenti dei soggetti più deboli, sia individuali sia di comunità. Si sono moltiplicati gli sforzi in tutte le direzioni possibili, collaborando a progetti con enti pubblici e non, con altri soggetti non profit, con le scuole di ogni ordine e grado, con i sistemi museali per far crescere il valore di iniziative pro-sociali.

Per l’IC Grazie-Tavernelle è stato coinvolto il plesso della scuola media Marconi caratterizzata da 18 classi, per un totale di oltre 380 studenti ed oltre 40 docenti.

L’offerta formativa della scuola, grazie ad una dirigenza molto attenta e sensibile ai bisogni educativi e non solo dei ragazzi, si è così potuta dotare di strumenti in più.

Saltaclasse, un successo; Fuori orario, per vivere la scuola – Gli studenti dele classi prime stanno sperimentando con grandissimo entusiasmo i laboratori Saltaclasse. Due classi sono coinvolte nell’elaborazione del libro-game proposto da Cinemovel Foundation, altre quattro partecipano ai programmi didattici in tema di educazione finanziaria, sviluppo sostenibile e lotta allo spreco proposti da Feduf (Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio).

Oltre a queste iniziative proposte in orario curriculare, si è dato supporto anche a quelle pomeridiane, attraverso i laboratori Fuori orario, che prevedono laboratori di musica, danza, teatro ed il supporto allo studio con l’aiuto compiti.

Sempre dedicate ai ragazzi le iniziative in materia di orientamento declinate secondo i bisogni specifici di studenti di prima, seconda e terza media, quindi la conoscenza di sé e delle proprie emozioni come individui, in un contesto di gruppo e, quindi, nel mondo.

Genitori e insegnanti – Per le famiglie è stato attivato uno Sportello di orientamento, mentre per i docenti è attualmente in corso il primo degli interventi di aggiornamento a loro dedicati: un corso teorico-pratico di formazione teatrale.

Redazione #tu6scuola

Author Redazione #tu6scuola

More posts by Redazione #tu6scuola