LA PROCEDURA IN GENERALE

CIAI​ PROPONE ANCHE PERCORSI DI PREPARAZIONE ALL’ADOZIONE Scopri qui dove e quando

Per sostenere le spese adottive Crediper propone prestiti personali dedicati.    Per maggiori informazioni CLICCA QUI 

ADOTTARE CON CIAI: LE TAPPE

Prima dell’incarico

Tutte le attività proposte in questa fase sono volte all’approfondimento della conoscenza tra ente e coppia e alla valutazione delle concrete prospettive di adozione con CIAI.

  1. L’incontro informativo
    • Cosa: primo incontro di gruppo tra coppia aspirante all’adozione e CIAI.
    • Come: gratuito, della durata di circa 2-3 ore
    • Dove: presso tutte le sedi di CIAI Italia
    • Per chi: tutte le coppie interessate ad intraprendere il percorso dell’adozione internazionale, indipendentemente dalla fase della procedura in cui sono.
    • Cosa avviene: si presenta l’ente, la sua procedura e metodologia, la realtà dei bambini e dei Paesi in cui CIAI opera, i tempi e i costi, i servizi resi in Italia e all’estero.
  2. Colloquio orientativo
    • Cosa: colloquio di coppia
    • Come: gratuito,della durata di circa un’ora, tenuto dagli specialisti adozione e responsabili di sede, su appuntamento
    • Dove: presso tutte le sedi CIAI in Italia
    • Per chi: coppie in possesso del decreto di idoneità che abbiano già partecipato all’incontro informativo.
    • Cosa avviene: si confrontano i requisiti formali della coppia (età, anni di matrimonio, limiti di decreto, ecc) e la disponibilità di massima espressa, con i requisiti previsti dai Paesi in cui CIAI opera.
  3. Colloquio pre-incarico
    • Cosa: colloquio con il nucleo familiare prima dell’incarico
    • Come: a pagamento, della durata di circa 4 ore, è condotto da uno psicologo dell’equipe di CIAI
    • Dove: presso tutte le sedi CIAI in Italia
    • Per chi: aspiranti famiglie adottive in possesso del decreto di idoneità che abbiano già partecipato sia all’incontro informativo che al colloquio orientativo
    • Cosa avviene: si approfondisce la conoscenza con la coppia e con gli eventuali figli già presenti nel nucleo familiare, confrontando desideri e aspettative, risorse e disponibilità con le caratteristiche e i bisogni dei bambini di cui CIAI si occupa così da definire i presupposti per l’eventuale conferimento di incarico.

Durante l’attesa

Con il conferimento di incarico la coppia decide di adottare con CIAI, ne condivide le finalità e si impegna a seguire la procedura prevista dall’ente.
Da questo momento entra nella fase di attesa e la sua disponibilità all’adozione sarà candidata in uno dei Paesi in cui CIAI opera.

CIAI accompagna le famiglie in ogni tappa della procedura, dedicando particolare attenzione alla preparazione e formazione delle coppie, garantendo l’assistenza dei propri operatori esperti sia in Italia che nel Paese del bambino.
Durante questo periodo saranno molte le iniziative facoltative di approfondimento e sostegno proposte  presso le diverse sedi.

Dopo l’arrivo del bambino

La pratica adottiva non si conclude con l’arrivo del bambino in Italia, bensì con l’invio dell’ultima relazione di FOLLOW UP.
I genitori adottivi devono, per Legge, adempiere agli impegni assunti che prevedono l’invio di relazioni periodiche – follow up – al Paese d’origine del bambino. CIAI fornisce la consulenza di psicologici e operatori specializzati per aiutare le famiglie in questa delicata fase, con modalità d’incontro che possono variare a seconda dei casi. Questi momenti sono un’opportunità per confrontarsi sull’andamento dell’esperienza adottiva.