HEALTH FOR ALL

Contesto
Nella provincia di BacGiang, una delle regioni più povere del Vietnam, vivono 21 gruppi etnici differenti distribuiti in vari distretti di montagna dove il sistema sanitario nazionale non riesce a raggiungere che un terzo della popolazione.
Non esistono dati ufficiali certi  ma la mortalità infantile* di queste minoranze etniche pare essere tre volte più alta di quella dell’etnia Kinh maggioritaria nel Paese.
Il sistema sanitario nazionale non è in grado di garantire un’assistenza medica dignitosa a queste comunità e neppure di costruire un dialogo virtuoso tra le popolazioni locali, organizzazioni della società civile e operatori medici privati per assolvere alle proprie carenze strutturali. Questo ha un forte impatto sulla salute infantile e sulle giovani madri costrette ad affrontare le complicazioni delle gravidanze e le malattie neonatali senza aiuti medici e con una insufficiente educazione alla salute.
*Dati Unicef

Cosa vogliamo ottenere:
Tuteliamo il diritto alla salute delle bambine, delle donne e dei loro figli.
Assicuriamo le cure mediche di base.
Rendiamo bambine e donne consapevoli dell’importanza dell’accesso ad un adeguato servizio sanitario.
Aumentiamo la consapevolezza sul proprio diritto alla salute coinvolgendo le utenti nella valutazione dei servizi.
Promuoviamo un dialogo tra società civile locale e servizi sanitari.
Sensibilizziamo tutta la comunità sulle tematiche di genere e sulle problematiche dell’infanzia e in questo modo potenziamo l’autoconsapevolezza locale dal basso.

Cosa facciamo

  • Mappiamo tutte le organizzazione della società civile esistenti nella provincia rurale di BacGiang.
  • Selezioniamo alcuni esponenti della società civile per cui organizzeremo momenti formativi su: capacità di leadership, diritti alla salute per l’infanzia, parità di genere, modelli partecipativi e strumenti di valutazione dei servizi.
  • Attiviamo gruppi di studio nelle scuole superiori su diritto alla salute e servizi.
  • Incentiviamo il coordinamento e la capacità di fare rete tra i gruppi esistenti, organizzando incontri, pubblicazioni e attività comuni.
  • Mappiamo il settore privato dei servizi sanitari alla persona ed elaboriamo strategie per ottimizzare la collaborazione tra operatori privati, autorità pubbliche e comunità locali.
  • Coinvolgeremo nelle valutazioni i diretti interessati, cioè gli adulti e i bambini che usufruiscono dei servizi
DONA ORA