was successfully added to your cart.

Carrello

Category

news

RAPPORTO CRC: ANCORA MOLTE DISUGUAGLIANZE IN ITALIA PER I MINORI

Lo scorso febbraio il Comitato ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza ha reso pubbliche le proprie Osservazioni Conclusive rispetto all’attuazione della CRC in Italia. Il Governo italiano è chiamato ad adoperarsi per implementare le raccomandazioni espresse, sulle quali l’Italia sarà chiamata a render conto nel prossimo incontro previsto per il 2023. Con il 10° Rapporto di aggiornamento sul monitoraggio della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza in Italia, alla cui redazione hanno contribuito gli operatori delle 100 associazioni del Network,  si apre un nuovo ciclo di monitoraggio: un percorso che prevede un confronto tra il Governo, la società civile e gli esperti che compongono il Comitato. Il 20 novembre si celebra il trentennale della CRC, ed è anche l’occasione per riaffermare la centralità della stessa nel quadro degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) individuati dall’Agenda globale delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Sostenibile al 2030.
Ribadendo le sue precedenti preoccupazioni il Comitato ONU ha raccomandato all’Italia “l’adozione di misure urgenti per affrontare le disparità esistenti tra le Regioni relativamente all’accesso ai servizi sanitari, allo standard di vita essenziale, ad un alloggio adeguato e all’accesso all’istruzione di tutti i minorenni in tutto il Paese”. Le disparità su base regionale possono infatti essere considerate una forma di discriminazione che incide sulle condizioni di vita delle persone di età minore in quanto maggiormente vulnerabili.

Per leggere la versione integrale del Comunicato  stampa (con la sintesi del Rapporto) CLICCA QUI

Per scaricare il Rapporto CLICCA QUI

VIAGGI DI RITORNO ALLE ORIGINI: LE METE DEL 2020

Da molti anni CIAI organizza delle visite nei paesi di provenienza dei figli adottivi, i cosiddetti “Viaggi di Ritorno alle Origini” (VRO). Si tratta di viaggi di gruppo, specificamente pensati e progettati per i ragazzi adottati e le loro famiglie.
Il viaggio di ritorno alle origini risponde alla necessità di sostenere e accompagnare le famiglie e i ragazzi nel delicato cammino della riscoperta, riappropriazione e valorizzazione della terra e della cultura di origine dei figli, nell’ottica di favorirne la ricostruzione, attraverso la visita diretta del Paese, ripercorrendo un pezzo della propria storia personale e quindi della propria identità, favorendo una maggiore integrazione e accettazione delle proprie appartenenze.

Per il prossimo anno, due le mete a cui stiamo lavorando (sulla base delle richietse che ci sono già pervenute:

  • CAMBOGIA durante l’estate (agosto)
  • INDIA nel periodo a cavallo fra S. Stefano e l’Epifania

I VRO non sono riservati solo alle famiglie che hanno adottato con CIAI.

Per maggiori informazioni, contattare Cristiana Carella  tel 0284844430 – cristiana.carella@ciai.it

 

ADOZIONE: GLI ENTI TORNANO A RIUNIRSI

Roma, 30 ottobre 2019 – 49 Enti Autorizzati all’adozione internazionale in Italia, sui 51 totali, si sono radunati in un’assemblea autoconvocata a Roma, per chiedere a gran voce il rilancio del settore, colpito da una crisi drammatica negli ultimi otto anni, provocata anche dalla continua distrazione dei Governi che si sono susseguiti alla guida del Paese.

Dopo un primo decennio, dal 2000 al 2010, all’insegna di una forte crescita, con il raggiungimento del tetto di 4.300 adozioni annuali, i nove anni successivi hanno infatti fatto segnare un vertiginoso calo fino a toccare le attuali mille adozioni scarse all’anno.

Così, la consapevolezza che le adozioni internazionali sono un bene per la collettività, i bambini, le famiglie e la società e che hanno bisogno di un chiaro e deciso rilancio, sia operativo che culturale, perché non vada perduta la positività che portano con sé, ha spinto gli Enti Autorizzati a incontrarsi in forma autonoma, in mancanza di altra possibilità.

In virtù di questa stessa consapevolezza gli Enti hanno inoltre istituito una “cabina di regia”, denominata “Adozione 3.0”, perché il terzo decennio dell’adozione internazionale possa essere quello del rilancio.

Per leggere il comunicato stampa CLICCA QUI

CONCERTO BENEFICO PER I PROGETTI DI CIAI

Il Coro e l’Orchestra barocca degli Amici del Loggione del Teatro alla Scala si esibiranno in un concerto benefico nella Chiesa di San Marco a Milano per sostenere i progetti di CIAI in occasione dei  30 anni della Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

“Napoli e Venezia allo specchio”
venerdì 22 novembre alle 20.45
Chiesa di San Marco in Brera a Milano

Ingresso 15 euro
Ricavato a sostegno dei progetti di CIAI

Un grande concerto di musiche barocche con strumenti d’epoca per celebrare – nella ricorrenza di Santa Cecilia, patrona della musica – la 30esima Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Protagonisti della straordinaria serata, Gli Amici del Loggione del Teatro alla Scala e CIAI. 

Il Coro e l’Orchestra barocca degli Amici del Loggione saranno affiancati dalle due soliste di canto Elisa Maffi ed Eliana Sanna e dai mandolinisti Anh Tuan e Raffaele Esposito; la direzione sarà del Maestro Filippo Dadone.

In programma due concerti per mandolino di Vivaldi e Barbella, arie di Paisiello e Vivaldi e i due Magnificat di Galuppi e Durante che, con la meravigliosa acustica della Chiesa di San  Marco, esalteranno le doti del numeroso coro degli Amici del Loggione.  Il concerto riveste particolare interesse per gli appassionati di musica barocca in quanto offre autentiche primizie per Milano come il concerto di Barbella per  mandolino ed archi e la ninna nanna di Carmine Giordano, perle del settecento musicale napoletano, contrapposte al bellissimo Vivaldi per archi, mandolino e cembalo. A completare il confronto, a ricordo della Giornata mondiale per i diritti dell’infanzia che si celebra il 20 novembre, i due brani di Monteverdi e Giordano dedicati ai bambini.

QUI IL PROGRAMMA DEL CONCERTO

PER INFORMAZIONI E PREVENDITE:

CIAI
Via Bordighera 6 Milano
(MM2 Romolo o Famagosta)
Lun – Ven 9.00 -17.30
Tel. 02 84 84 44 38
simona.molteni@ciai.it

Amici del Loggione del Teatro Alla Scala
Via Silvio Pellico 6 Milano
Tel. 02 80 68 06 12
(16.00 – 19.30)
amiciloggione@amiciloggione.it

VIAGGIO IN COSTA D’AVORIO

Natale con i tuoi, Capodanno…con il CIAI! Dal 26 dicembre al 6 gennaio vi proponiamo un viaggio sicuramente originale, alla scoperta di un Paese ricco di fascino come la Costa d’Avorio. Dalla moderna capitale economica Abidjan , alle magnifiche spiagge di Grand Bassam; dalla visita ai regni delle antiche popolazioni alla scoperta della capitale politica e della sua enorme basilica, seconda solo, per dimensioni a quella di San Pietro. E non mancheranno, ovviamente, le visite ai progetti CIAI e gli incontri con gli operatori locali, i bambini e le loro famiglie.

C’è ancora qualche posto disponibile, ma dovete affrettarvi!

PROGRAMMA

ELENA BONETTI ALLA PRESIDENZA CAI

La voce circolava da qualche giorno ma ieri la nomina è stata ufficializzata: la ministra Elena Bonetti ha ricevuto la delega per le adozioni internazionali e sarà la nuova presidente della Commissione Adozioni Internazionali.

All’incontro “Family as a Hub for Social Policy” organizzato ieri a Roma dal Governo Italiano e il Consiglio d’Europa, la neo presidente ha dichiarato “In qualità di Presidente della Commissione Adozioni Internazionali, intendo portare avanti progetti a tutela delle famiglie coinvolte nei percorsi di adozione e a garanzia del superiore interesse del minore, al fine di consentire a questi bambini meno fortunati le stesse opportunità di futuro dei nostri figli”.

Auguri di buon lavoro!

IO ACCOLGO IN PIAZZA DUOMO A MILANO

In occasione della Giornata Nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, CIAI, insieme alla rete milanese che aderisce alla campagna nazionale IO ACCOLGO, vi invita a partecipare ad un momento in ricordo di chi ha perso la vita nel tentativo di raggiungere l’Europa

Giovedì 3 ottobre, ore 18
piazza Duomo
Milano

Il 3 ottobre 2013, al largo delle coste di Lampedusa, il naufragio di un’imbarcazione carica di migranti provenienti dalla Libia provocò la morte di 368 persone. Fu un evento che commosse l’Italia. Ma a sei anni da quella tragedia, le morti di migranti nel mar Mediterraneo non si fermano: dal 1 dicembre al 18 settembre 2019 sono state 953 le persone che hanno perso la vita nel tentativo di raggiungere via mare l’Europa. Quasi 19mila quelle scomparse dal 2014 a oggi.

Verranno distribuite le coperte termiche simbolo della campagna e oggetto distintivo del primo soccorso ai migranti e i volantini dell’Appello inviato alle istituzioni che vi invitiamo a sottoscrivere e diffondere.

#ioaccolgo

E’ IMPORTANTE FAR SAPERE CHE NOI NON DIMENTICHIAMO

VI ASPETTIAMO!

RIMBORSI SPESE ADOTTIVE

La CAI ha comunicato che sono state completate le verifiche delle domande di rimborso delle spese sostenute per l’adozione internazionale presentate negli anni 2015-2016-2017. Per l’anno 2015 è  stata portata a termine la fase di liquidazione mentre per il 2016 è stata avviata la predisposizione degli ordini di pagamento.

Ulteriori aggiornamenti sullo stato delle procedure per i rimborsi verranno pubblicati tempestivamente sul  sito CAI  

 

IOACCOLGO: APPELLO AL GOVERNO SUI DECRETI SICUREZZA

Presentata oggi a Roma la nuova iniziativa della Campagna IOACCOLGO, che vede CIAI fra i promotori e che riunisce diverse organizzazioni italiane e internazionali con lo scopo per  dare  visibilità a tutte quelle esperienze diffuse di solidarietà che caratterizzano il nostro Paese.

Si tratta di un Appello rivolto a Governo e Parlamento – in calce al quale raccogliere in tutta Italia migliaia di firme –  in cui si chiede di abrogare i Decreti Sicurezza e di annullare gli accordi con la Libia, oltre a una revisione complessiva delle politiche sull’immigrazione.

L’obbiettivo politico dell’iniziativa è quella di riaprire il dibattito nella società e nelle aule parlamentari su questi temi. Senza un intervento di modifica, infatti, le norme approvate dalla precedente maggioranza restano pienamente in vigore, continuando a produrre effetti devastanti in termini di violazioni dei diritti e di esclusione sociale dei richiedenti asilo e dei titolari di protezione.

Pur avendo il nuovo Governo il programma la revisione della disciplina in materia di sicurezza, alla luce delle osservazioni formulate dal Presidente della Repubblica, l’appello di #ioaccolgo richiama l’urgenza di intervenire su aspetti ritenuti di particolare importanza, fra cui l’abrogazione o comunque una profonda modifica dei due decreti, nonché l’annullamento degli accordi con la Libia.

Ci sembra importante in questo momento chiedere una vera svolta nelle politiche migratorie facendo sentire la voce della società civile in modo forte e unitario.

 Vi invitiamo a SCARICARE L’APPELLO e a diffonderlo.

CLICCA QUI per aderire

 

L’appello è promosso da

A Buon Diritto, ACLI, ActionAid, AOI, ARCI, ASGI, Caritas italiana, Casa della Carità, CEFA, Centro Astalli, CGIL, CIAC, CIAI, CNCA, Comunità di S.Egidio, CONGGI,  Ero Straniero, Europasilo, Federazione Chiese Evangeliche in Italia – FCEI, FOCSIV, Focus-Casa dei diritti sociali,  Fondazione Finanza Etica, Fondazione Migrantes, Forum del Terzo Settore, Gruppo Abele, ICS Trieste, INTERSOS,  Legambiente, LINK-coordinamento universitario, Lunaria, Medici Senza Frontiere, NAIM (National Association Intercultural Mediators), Oxfam, Rainbow4Africa, ReCoSol, Refugees Welcome Italia, Rete della Conoscenza, Rete Studenti Medi, SaltaMuri, Senza Confine, UIL, Unione degli studenti, Unione degli universitari, UNIRE

#ioaccolgo

POLITICHE MIGRATORIE: LINK 2007 DICE LA SUA

LINK 2007, il coordinamento di ONG a cui anche CIAI aderisce, ha inviato una lettera aperta a Presidenza Consiglio, Interni, Esteri, deputati e senatori, media, proponendo riflessioni su temi di attualità: dal global compact alla riforma del trattato di Dublino, al superamento dell’approccio emergenziale, alla necessità di definire precise norme per gli ingressi regolari, anche per combattere l’irregolarità, alla doverosa attenzione alle percezioni e paure dei cittadini, all’inclusione sociale, agli orientamenti condivisi.

Link 2007 intende così contribuire al dibattito e alla migliore definizione delle politiche relative alla realtà migratoria.

Per scaricare il documento CLICCA QUI

DOVE MI TROVO?