ADOTTIVI ADULTI

Figli adottivi crescono

La fase in cui “i nodi vengono al pettine”: così è stata definita per gli adottivi l’età adulta.
Con il fisiologico ridimensionamento del ruolo dei genitori (co-protagonisti e testimoni dell’esperienza adottiva nell’infanzia e nell’adolescenza), i figli adottivi possono sentire più forte il bisogno di relazionarsi e confrontarsi con chi ha sperimentato la condizione dell’essere stato adottato.

Per tale motivo, su sollecitazione di alcuni figli adottivi già maggiorenni, nel 2001 si è costituito nell’ambito di CIAI il Gruppo degli Adottivi Adulti (GAA). Obiettivo principale del Gruppo è di rappresentare un luogo fisico e affettivo nel quale le storie, i pensieri e le emozioni di ciascuno possono essere accolti e condivisi, con un effetto di rinforzo e arricchimento reciproco.

In questi anni il confronto è stato sui alcuni aspetti cruciali della vita di un figlio adottivo come: il rapporto con la famiglia adottiva, il rapporto con le origini etniche, il viaggio di ritorno nel Paese di origine il rapporto con la propria storia personale, le relazioni di coppia e la genitorialità dell’adottivo adulto.

Oggi i GAA si trovano a:

  • Bologna, coordinati da Daria Vettori, psicologa e psicoterapeuta
  • Firenze, coordinati da Marco Chistolini, psicologo e psicoterapeuta
  • Milano, coordinati da Carla Miscioscia, psicologa e psicoterapeuta

Con la collaborazione di alcuni partecipanti ai GAA sono stati realizzati:

Il GAA ha inoltre collaborato a

  • Libro “Figli adottivi crescono– adolescenza ed età adulta: esperienze e proposte per operatori, genitori e figli”, a cura di Chistolini M. e Raymondi M., editore FrancoAngeli, Milano, 2010.
  • Ricerca dell’Università Cattolica della Dr. R. Rosnati “Gli adulti adottati di fronte alla genitorialità”
  • Indagine CIAI-Eurisko sui figli adottivi adulti, 2008.
  • Libro “Ritorno alle origini-Una favola moderna” di Ghelardoni Koli S.

Sei interessato? Vuoi saperne di più?
Contatta Maria Forte, referente attività adottivi adulti
maria.forte@ciai.it
tel 0284844428